Alla fine è sempre lo stesso ritornello

Alla fine è sempre lo stesso ritornello
quello che ti si sei ripetuto da sempre.
Quelle parole che ti ronzavano dentro
senza un significato chiaro.
E che ripetevi. Si ripetevano in te
fino a gonfiarsi in vorticosi cori.
Fino a che tutte quelle parole
che qualcuno ripeteva in te
hanno spianato tutto.
Hanno raso al suolo ogni altra cosa,
ogni altro suono
che non fosse quel sibilo dell’io, me, io, io
Fino a cadere svenuti da una paura grossa.
Quella paura che conosci bene
come conosci bene il ritornello.
Quella paura, quelle parole di paura,
taglienti come specchi,
quelle parole che vedevi scritte
in ogni scritta, in ogni riga, sillaba o vocale.
Quelle parole t’hanno portato
dove vanno tutti quanti, tutti gli altri
in quel posto deserto, isolato
quel buco nero che abbiamo dentro
tutti quanti dentro così che il ritornello
è una girandola che brucia tutto
gli aggettivi, i futuri, i nomi da venire
quel ritornello ti soffia via lontano
dove nessuno può sentirti, dove
nessuno verrà mai a trovarti, dove
nessuno sarà mai così vicino
da potergli lanciare uno sputo
che gli certifichi un’esistenza altra.
Dove vivrai così, fino alla fine.

0 Responses to “Alla fine è sempre lo stesso ritornello”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Categorie

Archivi

Follow hashtagpoesia on WordPress.com

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: