ce l’hanno messa dentro senza sforzi

ce l’hanno messa dentro senza sforzi
ogni geometria delle merci
cerchi, quadrati, i coni dei gelati
stesse forme delle nostre formine

cilindri dei barattoli di latta
parallelepipedi di succhi
e gli stessi colori accesi, urlanti
come urla un giocattolo di plastica

dice -prendimi- ai bimbi, alle bambine
sussurrano -devi per forza averci-
fissando un cubo verde imbambolati
mettendo nelle forme le formine

poi si cresce con dentro questi mucchi
e dentro gli occhi quella forma intatta
di quelle geometrie invitanti
perché le forme semplici ci bastino

così che preoccupandoci dei pasti
tra gli scaffali dei supermercati
la latta del caffè ripete -avanti
e prendimi, o vuoi che ti risucchi

che ti guidi la mano nel carrello-
le stesse cose dice la passata
e il tonno -guarda non ci sono trucchi-
trasparente, cilindrico, ricordi?

devi solo giocare questo è il bello
tu prendi le formine che ricordi
le metti dentro e sei felice dentro
come quando da piccolo mettevi
il cilindro nel suo alloggiamento
ti senti bene, a posto con te stesso
ti pare d’essere nella tua stanzetta
felice dell’amore delle cose

ma ora amato
da un supermercato.

0 Responses to “ce l’hanno messa dentro senza sforzi”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Categorie

Archivi

Follow hashtagpoesia on WordPress.com

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: